WANDERLUST TAG

Heilà Viaggiatore!

Vagando su diversi blog di viaggio, mi sono imbattuta in questo interessante tag. Mi sembrava carino farlo anche se rispetto ad altri blogger la quantità di luoghi visitati è decisamente inferiore. Poco male, prima o poi ce la farò anch’io!

P.S. Questo articolo è un po’ lunghetto, ma se sei curioso come me ti piacerà 😉


 

1. Qual’è stato il tuo primo viaggio?

Il mio primissimo viaggio in assoluto è stato circa 23 anni fa. I miei mi portarono qualche giorno a Les Deux Alpes, nota località nella regione francese di Rhône-Alpes. Ero molto piccola all’epoca, quindi ricordo ben poco, ma le foto spesso aiutano.

pony_lesdeuxalpes
Primo viaggio e prima volta a cavallo!
2. Quale destinazione vorresti visitare di nuovo?

Probabilmente Istanbul perché la visitai con i giorni contati. Non mi dispiacerebbe girovagare per la città godendomi tutte le piccole cose che ho perso.

(Vuoi saperne di più? Leggi il mio articolo su Istanbul, ti basta cliccare qui)

istanbul
Crociera sul Bosforo
3. Se potessi partire domani, dove andresti?

Se me lo chiedi oggi ti direi Islanda, ma se mi proponessi la stessa domanda dopodomani potrei dirti Vietnam! La mia affezionatissima Sindrome di Wanderlust fa si che io cambi idea sulla prossima meta ogni 24 ore circa. Ora come ora sogno di poter vedere la spettacolare aurora boreale e tutti i paesaggi surreali dell’Islanda.

aurora-borealis-iceland
Foto presa da internet
4. Quale posto vorresti visitare solo per il cibo?

Non credo di voler visitare un posto solo ed esclusivamente per il cibo. Diciamo che visiterei volentieri il Giappone anche per il cibo.

Japan-11
Foto presa da internet
5. Ristorante o street foodHotel o Ostello?

Generalmente street food perché spesso è l’essenza del cibo quotidiano, ma non disdegno neanche un buon ristorante. L’importante è provare i prodotti locali. Generalmente vado in Hotel perché riesco spesso a trovare ottime soluzioni adeguate al mio budget, ma quando ho necessità vado tranquillamente in ostello o quando capita in tenda. Anzi, a volte penso che dovrei sceglierlo più spesso.

ostello_marbela
In Ostello a Marbella (Spagna)
6. Qual è il tuo mezzo preferito per viaggiare?

L’aereo. Niente mi da più carica del decollo. Al secondo posto metto la moto e la sensazione di libertà che trasmette, mentre al terzo l’auto.

IMG_1588
In volo da Pisa a Londra
7. Di cosa non puoi proprio fare a meno quando viaggi?

Senza dubbio della macchina fotografica. Onestamente non sono molto brava a scattare, ma cerco sempre di fare del mio meglio per poter avere una traccia fisica delle mie esperienze in giro.

foto
Scatti nel Monferrato
8. Da quale viaggio non saresti voluto tornare?

Non sarei mai voluta tornare dopo i sei mesi trascorsi a Málaga (Spagna). Devo a quel periodo l’aumento della mia passione verso i viaggi.

malaga
Un pezzo del mio cuore vive a Malaga
11. Sei un repeater o visiti sempre posti diversi?

Solitamente opto per i posti nuovi anche se a volte ho bisogno di tornare sui miei passi per recuperare i pezzi che mi sono persa.

london
Londra… per la seconda volta
12. Ti informi bene prima o viaggi alla cieca?

Adoro fantasticare prima della partenza e organizzare itinerari e visite, anche se una volta la, mi capita spesso di cambiare programma a seconda degli stimoli che ricevo. Alla fine anche improvvisare ha i suoi lati positivi 😉

13. Quale viaggio consiglieresti assolutamente ad un amico?

Un tour dell’Andalusia. Questa regione viene spesso sottovalutata ma è ricca di posti meravigliosi situati a breve distanza tra loro. Inoltre è pure molto economica.

sevilla
Siviglia
14. Ti è mai capitato di avere una brutta avventura?

La prima sera ad Ankara (Turchia) ci siamo rivolti al receptionist del nostro albergo per chiamare un taxi. Eravamo stanchi perché avevamo viaggiato tutto il giorno da Istanbul, ma non ci andava di chiuderci in camera. L’intenzione era quella di farci portare rapidamente in centro per mangiare qualcosa e fare due passi ma il tassista, dopo aver parlato in turco al receptionist, ha preso una strada in salita per circa 10 minuti e ci ha mollato in cima ad una collinetta che a detta sua era la Cittadella. Scesi dall’auto ci siamo ritrovati in una piazza buia e desolata, se non per la presenza di qualche gatto randagio. Proseguiamo fino a un vicoletto nel quale, a loro dire, si trovavano i ristoranti ma tutte le porte erano chiuse e le luci spente. Dopo averne percorso circa metà abbiamo sentito dei rumori dietro ad un angolo che ci hanno convinti a tornare indietro, questa volta a piedi. Scendendo per la strada percorsa in taxi, ci siamo imbattuti in decine di bancarelle che vendevano cellulari, portafoglio, borselli e sigarette. Lasciava davvero poco all’immaginazione. Al mattino, parlando con dei ragazzi conosciuti li, abbiamo scoperto che la stessa cosa era successa anche a loro.

ankara
Ankara
15. Finestrino, corridoio o sedile centrale?

Assolutamente finestrino. Adoro perdermi con lo sguardo tra le nuvole.

16. Come passi il tuo tempo in aereo?

Guardando costantemente fuori dal finestrino e fantasticando.

volo
Sorvolando le Alpi
17. Vacanza tranquilla o viaggio avventuroso?

Viaggio avventuroso! A patto che abbia qualche momento di tranquillità, corriamo già tutta la vita dietro al lavoro, alle cose e alle persone.

cappadocia_quad
Sui quad in Cappadocia (Turchia)
18. Preferisci viaggiare da solo o in compagnia?

Non mi è mai capitato di fare veri e propri viaggi da sola, però ho fatto diverse esperienze in compagnia, che mi hanno fatto giungere ad una conclusione. Si viaggia in coppia. Poi se si conosce qualcuno durante la strada ben venga, ma quando organizzo conto solo un’altra persona oltre a me.

viaggio
Devrent Valley
19. La tua città preferita?

Sono banale, lo so, ma la mia preferita resterà per sempre Londra. Amo l’energia che sprigiona, il patriottismo britannico che sventola in ogni angolo, la segnaletica stradale, la pioggerellina che non ti abbandona mai e il tea caldo che riesce ad allontanarla per un momento appena. Londra è stata la mia volta sull’aereo all’età di 18 anni, anche per questo non potrò mai dimenticarla.

(Vuoi saperne di più? Leggi il mio articolo su Londra, ti basta cliccare qui)

londra
Il mio tatuaggio e Londra come background
20. Dove vorresti andare a vivere?

Ahia, stesso discorso della domanda numero 3. Un giorno potrei dirti Malaga, il giorno dopo Londra, quello dopo ancora Thailandia, mentre la settimana dopo Fuerteventura. In poche parole OVUNQUE. Ma per il momento sono piantata qui.


 

Se sei arrivato fin qui… beh complimenti! 

Io mi sono divertita molto a rispondere a queste domande, spero che abbiano trasmesso qualcosa anche a te. Perché non provi a rispondere nei commenti? 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...