Copenhagen: la città felice

nyhavn

Copenhagen è la capitale della splendida Danimarca, nazione i cui cittadini pare siano i più felici al mondo (stando al World Happiness Report 2013) grazie al fattore “Hygge”. Nonostante non godano di un clima favorevole, i danesi riescono a generare calore anche nelle giornate più buie e fredde, grazie alla loro disponibilità e fiducia verso il prossimo.

Come anticipato nel mio precedente articolo, quest’anno abbiamo trascorso il Capodanno a Copenhagen, approfittando dei miei giorni di chiusura aziendale. Avevo già parlato dei costi e dei dettagli di prenotazione per cui non mi ripeterò ma cercherò trasformare in parole tutte le emozioni che la capitale danese mi ha regalato.


 

La prima cosa che ci ha colpito è stato il silenzio quasi surreale. Nonostante stessimo passeggiando tra le vie più trafficate delle città, apparentemente quasi non si udivano rumori, sembrava che fossero ovattati. Per via del freddo e del vento che sferza incessantemente, la vita quotidiana si svolge per lo più all’interno degli edifici. Appartamenti, negozi, ristoranti e caffetterie, riescono a mantenere dentro di sé calore ed energia, lasciando le vie avvolte avvolte da un clima tanto freddo quanto pacifico.

Un esempio è il porticciolo di Nyhavn. Che meraviglia! Reso pittoresco dalle caratteristiche casette danesi, colorate e perfette, che prendono vita grazie alla lunga fila di locali e si specchiano sulle acque del canale tra una vela e l’altra. Noi abbiamo avuto la fortuna di vederlo, per la prima volta, immerso nella colata dorata del sole. Copenhagen è una città coloratissima, a partire dalle vivaci tinte degli edifici fino ai verdissimi parchi, e si illumina ancor di più se scaldata dai tiepidi raggi del sole.

DSC_1086
Nyhavn
Ti piacerebbe tornare bambino per qualche ora? Fatti ammaliare delle luci di Tivoli, il parco ammirato anche da Walt Disney in persona. Impossibile non lasciarsi coinvolgere dalla magica atmosfera, soprattutto nel periodo post-natalizio.

 

DSC_1297
Tivoli
Una bellissima esperienza che ci siamo concessi è stata la visita a Dyrehaven Jœgersborg, noto anche come il Paradiso dei Cervi. Camminare nella natura circondati da migliaia di esemplari liberi è impagabile, soprattutto la mattina del primo Gennaio, quando la vita sembra fermarsi per qualche ora.

DSC_1489

Infine, parlando di Copenhagen non si può non citare la famosissima Sirenetta, ispirata alla nota fiaba di Andersen. Avevo letto di parecchie persone rimaste deluse dal simbolo della capitale danese, ma se devo essere sincera a me non ha fatto quell’effetto. Certo, la piccola statua è circondata da una schiamazzante folla di turisti armata di macchine fotografiche, però se riesci ad isolarti con la mente anche solo per un secondo ed osservare la giovane fanciulla specchiata sul Baltico, che guarda malinconica verso il blu alle sue spalle, gli arti posteriori in metamorfosi rivolti alla terraferma, ti accorgerai che forse è qualcosa di più che una semplice statua evocativa. Credo che la sua posa e il suo sguardo trasmettano molto a chi riesce a vedere sotto la la superficie in bronzo. Una decisione impossibile la tormenta di continuo (coda o gambe? partire o restare? Se soffri di wanderlust come me non farai fatica a capire) facendola vivere in un limbo dal quale è difficile uscire. Poetica e struggente, come ha potuto deludervi?

sirenetta
La poetica Sirenetta di Andersen
(come al solito, le foto presenti nell’articolo sono state tutte scattate da me)

Annunci

11 commenti Aggiungi il tuo

  1. Alessia ha detto:

    Sarò a Copenhagen il prossimo weekend e solo sul tuo blog ho sentito parlare del Parco dei Cervi. In che quartiere si trova? La foto della Sirenetta è bellissima, complimenti! Ciao!

    Mi piace

    1. Ciao Alessia 🙂 grazie! stasera ti scrivo tutte le info 😉

      Mi piace

    2. Eccomi 🙂 allora se scavi sul sito dovresti trovare un articolo che ne parla (Sezione Around the World, categoria Danimarca), comunque ti faccio un super riassunto. Il Paradiso dei Cervi si trova circa 17 km di Copenhagen e si raggiunge in meno di mezz’ora grazie al treno diretto che collega la stazione di Nørreport a quella di Klampenborg, vicinissima all’ingresso del parco. L’ingresso è gratuito nonostante sia una zona molto ampia e ben tenuta. Potrai incontrare i cervi già dopo pochi minuti dall’entrata 😉 Buon viaggio!

      Mi piace

      1. Alessia ha detto:

        Grazie! Vado a “scavare” sul sito 😉

        Mi piace

  2. marisafacchinello ha detto:

    Una città che tutti dovrebbero visitare, bella, pulita ed ecologica….grazie al tuo racconto l’ho rivissuta anch’io!

    Mi piace

    1. Grazie, mi fa molto piacere sapere di essere riuscita a trasmettere qualcosa 🙂

      Mi piace

  3. Ho vissuto Copenaghen d’estate, con tanta luce e una brezza leggera… tra una settimana la vivrò col freddo dell’inverno, ma sembra ugualmente magica!

    Mi piace

    1. Si credo che anche d’inverno abbia il suo fascino! Purtroppo noi non siamo riusciti a beccarla innevata ma forse tu si. Fammi sapere come ti trovi 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...