NEXT STOPS

next_stops.jpg

Heilà Viaggiatore!

Ad inizio anno mi sono ripromessa di viaggiare molto di più di quanto abbia fatto nel 2015 e per il momento ci sto riuscendo. L’idea sarebbe quella visitare un posto mai visto almeno una volta al mese. Mi sono portata avanti prenotando già alcune mete con mesi d’anticipo, incastrandole tra le chiusure aziendali per risparmiare e per non sprecare giorni di ferie in previsione di viaggi più lunghi. 

Per tener fede alla mia promessa ho cominciato l’anno tra la Danimarca e la Svezia, quindi per il mese di Gennaio ero già sistemata.

NEXT STOPS

Amsterdam > dal 7 al 9 Marzo. Ad essere sincera questa è stata una tappa inaspettata (ma molto gradita) perché andrò su per lavoro. Dato che avevo già programmi per Marzo, fingerò che sia la mia nuova meta di Febbraio 😛 Purtroppo non avrò molto tempo per girare, ma credo che riuscirò almeno ad “assaggiarla”.

Varsavia > dal 25 al 28 Marzo. Ho prenotato volo e ostello verso Novembre, come regalo di compleanno per S. Nonostante sia Pasqua, siamo riusciti a stare sotto ai 110 euro a testa (volo + 3 notti). Te ne parlerò a breve.

Parigi > dal 13 al 19 Agosto. Eh si, mi sono portata parecchio avanti prenotando a Settembre! A Parigi la maggior parte dei musei è gratuita fino al compimento dei 25 anni ed io avevo ancora pochissimo tempo per approfittarne.

Stoccolma > dal 19 al 21 Agosto. Mentre cercavo i voli per Parigi mi è caduto l’occhio (Ooops) su un volo Parigi – Stoccolma a 26 euro a persona… Potevo lasciarlo li?

 

Queste sono le destinazioni già confermate per il 2016 ma in testa ne ho molte altre! Per il momento, mi limito a tenere sotto controllo le offerte sui miei siti fidati. L’importante è mai smettere di esplorare 😉

 

LAST MINUTE: San Valentino 2016

heart-lights-fcg

Hey Viaggiatore!

Ormai siamo vicini alla festa più discussa dell’anno: San Valentino. C’è chi la odia e chi la ama, noi personalmente non la festeggiamo ma ogni scusa è buona per tagliare la corda una paio di giorni 😉 Se ancora non sapete come stupire la vostra dolce metà, ecco di seguito alcune proposte low cost dell’ultimo minuto!

BUCAREST da 99 €: volo + 3 notti hotel 4 stelle in centro

bucarest.png

Bucarest, conosciuta anche come Piccola Parigi, è una delle capitali europee più incantevoli e gioiose, come spiega anche l’etimologia del nome visto che bucura significa essere contenti.

VOLO + HOTEL


 

 

BUDAPEST da 112 €: volo + 2 notti appartamento in centro

budapest.png

Budapest è una maestosa ed elegante città formata da Buda e Pest  divise dallo scorrere del fiume Danubio.

VOLO + APPARTAMENTO


COPENHAGEN da 172 €: volo + 3 notti ostello in centro

copenhagen.png

Se segui il blog saprai che noi siamo stati a Copenhagen (clicca qui per leggere l’articolo) poco più di un mese fa. Puoi trovare post sul pre-partenza, sull’itinerario e sui migliori posti dove mangiare!

VOLO + HOTEL

 

WANDERLUST TAG

Heilà Viaggiatore!

Vagando su diversi blog di viaggio, mi sono imbattuta in questo interessante tag. Mi sembrava carino farlo anche se rispetto ad altri blogger la quantità di luoghi visitati è decisamente inferiore. Poco male, prima o poi ce la farò anch’io!

P.S. Questo articolo è un po’ lunghetto, ma se sei curioso come me ti piacerà 😉


 

1. Qual’è stato il tuo primo viaggio?

Il mio primissimo viaggio in assoluto è stato circa 23 anni fa. I miei mi portarono qualche giorno a Les Deux Alpes, nota località nella regione francese di Rhône-Alpes. Ero molto piccola all’epoca, quindi ricordo ben poco, ma le foto spesso aiutano.

pony_lesdeuxalpes
Primo viaggio e prima volta a cavallo!
2. Quale destinazione vorresti visitare di nuovo?

Probabilmente Istanbul perché la visitai con i giorni contati. Non mi dispiacerebbe girovagare per la città godendomi tutte le piccole cose che ho perso.

(Vuoi saperne di più? Leggi il mio articolo su Istanbul, ti basta cliccare qui)

istanbul
Crociera sul Bosforo
3. Se potessi partire domani, dove andresti?

Se me lo chiedi oggi ti direi Islanda, ma se mi proponessi la stessa domanda dopodomani potrei dirti Vietnam! La mia affezionatissima Sindrome di Wanderlust fa si che io cambi idea sulla prossima meta ogni 24 ore circa. Ora come ora sogno di poter vedere la spettacolare aurora boreale e tutti i paesaggi surreali dell’Islanda.

aurora-borealis-iceland
Foto presa da internet
4. Quale posto vorresti visitare solo per il cibo?

Non credo di voler visitare un posto solo ed esclusivamente per il cibo. Diciamo che visiterei volentieri il Giappone anche per il cibo.

Japan-11
Foto presa da internet
5. Ristorante o street foodHotel o Ostello?

Generalmente street food perché spesso è l’essenza del cibo quotidiano, ma non disdegno neanche un buon ristorante. L’importante è provare i prodotti locali. Generalmente vado in Hotel perché riesco spesso a trovare ottime soluzioni adeguate al mio budget, ma quando ho necessità vado tranquillamente in ostello o quando capita in tenda. Anzi, a volte penso che dovrei sceglierlo più spesso.

ostello_marbela
In Ostello a Marbella (Spagna)
6. Qual è il tuo mezzo preferito per viaggiare?

L’aereo. Niente mi da più carica del decollo. Al secondo posto metto la moto e la sensazione di libertà che trasmette, mentre al terzo l’auto.

IMG_1588
In volo da Pisa a Londra
7. Di cosa non puoi proprio fare a meno quando viaggi?

Senza dubbio della macchina fotografica. Onestamente non sono molto brava a scattare, ma cerco sempre di fare del mio meglio per poter avere una traccia fisica delle mie esperienze in giro.

foto
Scatti nel Monferrato
8. Da quale viaggio non saresti voluto tornare?

Non sarei mai voluta tornare dopo i sei mesi trascorsi a Málaga (Spagna). Devo a quel periodo l’aumento della mia passione verso i viaggi.

malaga
Un pezzo del mio cuore vive a Malaga
11. Sei un repeater o visiti sempre posti diversi?

Solitamente opto per i posti nuovi anche se a volte ho bisogno di tornare sui miei passi per recuperare i pezzi che mi sono persa.

london
Londra… per la seconda volta
12. Ti informi bene prima o viaggi alla cieca?

Adoro fantasticare prima della partenza e organizzare itinerari e visite, anche se una volta la, mi capita spesso di cambiare programma a seconda degli stimoli che ricevo. Alla fine anche improvvisare ha i suoi lati positivi 😉

13. Quale viaggio consiglieresti assolutamente ad un amico?

Un tour dell’Andalusia. Questa regione viene spesso sottovalutata ma è ricca di posti meravigliosi situati a breve distanza tra loro. Inoltre è pure molto economica.

sevilla
Siviglia
14. Ti è mai capitato di avere una brutta avventura?

La prima sera ad Ankara (Turchia) ci siamo rivolti al receptionist del nostro albergo per chiamare un taxi. Eravamo stanchi perché avevamo viaggiato tutto il giorno da Istanbul, ma non ci andava di chiuderci in camera. L’intenzione era quella di farci portare rapidamente in centro per mangiare qualcosa e fare due passi ma il tassista, dopo aver parlato in turco al receptionist, ha preso una strada in salita per circa 10 minuti e ci ha mollato in cima ad una collinetta che a detta sua era la Cittadella. Scesi dall’auto ci siamo ritrovati in una piazza buia e desolata, se non per la presenza di qualche gatto randagio. Proseguiamo fino a un vicoletto nel quale, a loro dire, si trovavano i ristoranti ma tutte le porte erano chiuse e le luci spente. Dopo averne percorso circa metà abbiamo sentito dei rumori dietro ad un angolo che ci hanno convinti a tornare indietro, questa volta a piedi. Scendendo per la strada percorsa in taxi, ci siamo imbattuti in decine di bancarelle che vendevano cellulari, portafoglio, borselli e sigarette. Lasciava davvero poco all’immaginazione. Al mattino, parlando con dei ragazzi conosciuti li, abbiamo scoperto che la stessa cosa era successa anche a loro.

ankara
Ankara
15. Finestrino, corridoio o sedile centrale?

Assolutamente finestrino. Adoro perdermi con lo sguardo tra le nuvole.

16. Come passi il tuo tempo in aereo?

Guardando costantemente fuori dal finestrino e fantasticando.

volo
Sorvolando le Alpi
17. Vacanza tranquilla o viaggio avventuroso?

Viaggio avventuroso! A patto che abbia qualche momento di tranquillità, corriamo già tutta la vita dietro al lavoro, alle cose e alle persone.

cappadocia_quad
Sui quad in Cappadocia (Turchia)
18. Preferisci viaggiare da solo o in compagnia?

Non mi è mai capitato di fare veri e propri viaggi da sola, però ho fatto diverse esperienze in compagnia, che mi hanno fatto giungere ad una conclusione. Si viaggia in coppia. Poi se si conosce qualcuno durante la strada ben venga, ma quando organizzo conto solo un’altra persona oltre a me.

viaggio
Devrent Valley
19. La tua città preferita?

Sono banale, lo so, ma la mia preferita resterà per sempre Londra. Amo l’energia che sprigiona, il patriottismo britannico che sventola in ogni angolo, la segnaletica stradale, la pioggerellina che non ti abbandona mai e il tea caldo che riesce ad allontanarla per un momento appena. Londra è stata la mia volta sull’aereo all’età di 18 anni, anche per questo non potrò mai dimenticarla.

(Vuoi saperne di più? Leggi il mio articolo su Londra, ti basta cliccare qui)

londra
Il mio tatuaggio e Londra come background
20. Dove vorresti andare a vivere?

Ahia, stesso discorso della domanda numero 3. Un giorno potrei dirti Malaga, il giorno dopo Londra, quello dopo ancora Thailandia, mentre la settimana dopo Fuerteventura. In poche parole OVUNQUE. Ma per il momento sono piantata qui.


 

Se sei arrivato fin qui… beh complimenti! 

Io mi sono divertita molto a rispondere a queste domande, spero che abbiano trasmesso qualcosa anche a te. Perché non provi a rispondere nei commenti? 

 

 

 

Luoghi… a prima vista!

Ciao Viaggiatori!

Purtroppo non riesco ad essere molto attiva in questo periodo, però è da un po’ di tempo che avevo voglia di scrivere qualcosa su questo argomento. Se pensate ai luoghi che avete visitato durante la vostra vita, qual è la primissima immagine che vi salta in mente? Qual è stato il primo assaggio che vi è rimasto dentro? 

LONDRA: è stata la mia prima esperienza di volo e la mia prima capitale. Mi entrò nel cuore al tempo delle Scuole Medie, quando iniziai a studiare Civiltà Inglese. Ero affascinata dalla immagini sul mio libro di testo, dei classici autobus rossi a due piani fino a quelle del Madame Tussauds, da Baker Street a Camden Town, da Carnaby Street al Big Ben, ma anche dalle stravaganti usanze inglesi. Non potete immaginare la mia gioia quando alla festa a sorpresa per i miei 18 anni ebbi tra le mani un biglietto aereo con destinazione Stansted. La prima immagine che ho di questa città meravigliosa è Victoria Station. Mi sentivo come catapultata in un sogno. Una leggera foschia mattutina aleggiava su ogni cosa, sui tipici edifici londinesi, sulle divise dei poliziotti, sulla frenesia della gente, sulla segnaletica a Zig Zag.. Era tutto così lontano e surreale!

PRAGA: sarà banale ma pensando a Praga, la prima immagine che mi viene in mente è il Karlův most (Ponte Carlo) al crepuscolo, gotico e silenzioso, illuminato dalla luce riflessa del Pražský hard (castello di Praga) e e dei lampioni che corrono lungo i parapetti, le cui luci sembrano galleggiare nell’aria della sera.

ISTANBUL: non scorderò mai il Ponte di Galata visto la prima notte del mio viaggio. File di pescatori occupavano tutto lo spazio disponibile, le sagome delle loro canne da pesca stagliate contro l’imponente skyline della Hidayet Cami e alle nostre spalle quello della Torre di Galata illuminata. Percorrendolo siamo giunti nel quartiere Sultanahmet, deserto e illuminato dalle fontane colorate.

KAPADOKYA: Inutile dirlo, l’immagine per eccellenza della Cappadocia è rappresentata dalle decine di mongolfiere che sorvolano i Camini delle Fate all’alba.

BERLINO: la vasta Alexanderplatz, immensa e variegata, la cui antenna rimane visibile da molti punti della città.

MALAGA: una città Andalusa a me molto cara, nella quale ho vissuto per sei mesi. Per prima cosa ricordo la Alameda Principal e i suoi controviali alberati, brulicanti di persone intente nella loro routine. Poi le strade ciottolate che si snodano per il centro, ricche di taperie e locali che si animano alla sera.

GRANADA: il Mirador di San Nicolás, dal quale si può ammirare l’imponente Alhambra che contrasta le montagne innevate della Sierra Nevada.

GIBILTERRA: immaginatevi di poter vedere le finestre delle abitazioni sulla costa africana, immaginatevi di poterlo fare circondati da macachi.

 

Queste sono solo alcune delle immagini dei luoghi che ho più amato o che mi sono rimasti dentro per qualche motivo. Magari col tempo riuscirò ad inserirne altre, nuove o vecchie che siano. Stay tuned 😉

wanderlust

My Wanderlust Tatto and my scratch map

 

VIAGGIATORE COMPULSIVO: 10 cose che ti fanno capire di appartenere a questa categoria

Ciao viaggiatore!

Qualche sera fa mi sono imbattuta in un articolo tanto carino quanto veritiero intitolato “8 cose che ti fanno capire che sei malato di viaggi”. Quindi ho pensato di stilare anche io una mia lista in cui riconoscere i segni del “viaggiatore compulsivo”! 

1. NON APPENA RIESCI AD AVER FERIE / GIORNI DI FESTA PARTE LA CACCIA ALL’OFFERTA SU TUTTI I SITI DI VIAGGIO ESISTENTI

Ed è la fine. Non ti fermi finché non prenoti qualcosa, è più forte di te. Ti salvi link, offerte, codici sconto, fino ad avere una lista lunga circa quanto la Divina Commedia.

2. ANCHE SE LE FERIE NON LE HAI, CERCHI COMUNQUE OFFERTE A CASO

2

Weekend a Parigi, due giorni sulla punta dell’Everest, settimana nella casa sull’albero nello Zimbabwe… Proprio non ce la fai a non aprire la newsletter che ti è arrivata per mail con tutte le offerte della settimana.. nonostante tu non abbia nemmeno il tempo di andare al parco dietro casa.

3. APPENA PRENOTI, COMINCI A PENSARE A COME ORGANIZZARE LE GIORNATE DURANTE IL VIAGGIO

Cerchi guide, recensioni, pareri, itinerari.. insomma qualunque cosa possa farti fantasticare sul viaggio imminente. Fai programmi per ogni giornata di viaggio, cercando di incastrare più cose possibili nel minor tempo. Ovviamente cambierai idea almeno duecento volte per poi ritrovarti a improvvisare una volta giunto sul posto.

4. POCO IMPORTA DOVE E QUANDO, L’IMPORTANTE È ANDARE

Che sia Londra, Cuba, il paesino dimenticato da Dio o il deserto Dasht-e Lut poco importa. L’importante è portare via le chiappe.

5. GIOIELLI? NO GRAZIE, PREFERISCO UN BIGLIETTO AEREO

“Un diamante è per sempre”. Col cavolo, l’Argentina on-the-road è per sempre.

6. PROGRAMMI LA TUA VITA DI VIAGGIO IN VIAGGIO

Sopravvivi alla quotidianità facendo il countdown tra un viaggio e l’altro, poi a fine dicembre decreti se è stato un anno proficuo o meno solamente sulla base dei posti che hai visitato. Se invece non hai viaggi in programma vai in paranoia e ti comporti secondo il punto 2.

7. SE NON PARTI ALMENO UN TOT DI VOLTE L’ANNO VAI IN CRISI D’ASTINENZA

Peggio che le droghe più pesanti. Diventi apatico, con inclinazione alla depressione, ma nonostante ciò proprio non riesci a smettere di curiosare sul blog di quel tizio che sta girando l’Asia da mesi.

8. I TUOI AMICI PARLANO DEL METTERE SU CASA E FAMIGLIA….TU DELL’OFFERTA CHE HAI TROVATO L’ALTRA SERA SU PIRATI IN VIAGGIO 

Magari una mezza idea di sistemarti la hai anche tu… ma prima devi visitare Laos, Finlandia, Marocco, Vietnam, Perù, Siberia……….

9. “MONGOLIA?? MA PERCHÈ NON UN BEL VILLAGGIO ALL-INCLUSIVE A RICCIONE?”

Ciao, è stato bello conoscerti.

10. NON APPENA SCESO DELL’AEREO DEL RITORNO CADI NELLA DEPRESSIONE PIÙ NERA

E l’unico rimedio è prenotare qualcos’altro. Qualsiasi cos’altro. (E si ritorna al punto 1 o 2)